23.

Ho dormito poco, pochissimo e adesso non so come fare a scrollarmi di dosso questo senso di nullafacenza. Vorrei essere operativa o come va tanto di moda dire “proattiva” ma la verità è che ho un sonno che mi si porta via…

Fino ad un certo punto della notte ho dormito, un paio d’ore credo. Poi sono andata dietro ad un pensiero nel dormiveglia e non c’è stato più niente da fare. Mi dava fastidio tutto; da prima i pantaloni del pijama, poi le lenzuola, il piumone, troppo caldo, troppo freddo, le lenzuola che si arrotolano e vorresti tirare fuori le mani ma non riesci perché hai creato un bozzolo indistricabile.

Stamattina avevo uno strano ciuffo in testa che rispettava perfettamente il mio stato d’animo: confuso e altalenante.
Non so se avete letto le tre del mattino, un bel libro di Carofiglio che racconta la storia di un ragazzo affetto da una singolare forma di epilessia che è costretto a rimanere sveglio 3 giorni di fila per verificare se la terapia a cui si è sottoposto ha fatto effetto. Ecco lo stato di alienazione è più o meno lo stesso.

Voi che rimedi usate contro l’insonnia?

Io le ho provate tutte, tranne i rimedi chimici, ho tentato con la camomilla che funziona fino a quando non devi andare a far pipì alle 3 di notte perché hai bevuto prima di andare a letto.
Ho provato con lo sport durante il giorno, ma se ho fatto un movimento audace mi viene mal di schiena ed è peggio ancora.
Ho provato con la meditazione guidata, ma quando finisce di parlare mi viene l’ansia che non dormo e mi agito oppure ha una voce fastidiosa e non riesco a concentrarmi.
Una volta ho provato ASMR per chi non lo sa, si tratta di gente che simula dei suoni che dovrebbero rilassare: leccare delle cose per esempio, ma l’immagine di questa tizia che lecca degli auricolari per simulare il suono mi ha letteralmente disgustato.
Se ve lo state chiedendo, no, non c’era niente di ambiguo o volgare era una tizia che leccava degli auricolari.
Credo che il panorama sia molto più variegato di quello che ho ascoltato io, ma la mia esperienza nasce e muore con l’indigestione del microfono e sicuramente l’effetto e stato tutto tranne che rilassante.

Mah!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi