a propositoUn paio di cose a proposito di me:

Da che mi ricordo mi è sempre piaciuto scrivere. La prima soddisfazione è arrivata con il tema Cos’è per te il Natale. presi Bravissima. Avevo 8 anni.
Non c’è più stato niente di così grande spicco, o almeno più niente che qualcun altro abbia letto delle tantissime pagine che ho scritto e religiosamente custodito in quaderni a cui nessuno ha accesso. Dopo il trasloco, nemmeno più io.

Per la lettura è stato diverso, ero più grande e avevo amiche che leggevano in continuazione, io leggevo con scarso interesse, nessun entusiasmo e invidiamo quelli che in momenti di estrema noia per me, riempivano il tempo sui libri. Dopo aver letto in due giorni Il giardino segreto, ho capito perché ed è cambiato tutto. Finivo le scuole medie.

Non sto a divagare sull’importanza della lettura perché gente ben più autorevole di me ha scritto tomi di qualunque dimensione sull’argomento. Dico solo che una volta preso il vizio non puoi farne a meno. E’ una droga con innumerevoli effetti collaterali: straniamento, apnea, battiti accelerati, dilatazione delle pupille, sonnolenza, inappetenza, che colpiscono chiunque senza distinzione di genere ed età. Un virus che dovrebbe essere ancora più aggressivo di cui sono felice portatore sano.

Questo blog è un regalo e come tutti i doni personali, potrebbe essere diverso, più colorato, più attinente alle caratteristiche del destinatario, scritto meglio, incartato con una carta migliore… potrebbe essere molto di più o molto di meno. Ma è questo, personale, sentito e unico.

Per quanti pregi abbia un blog, non ha una seconda di copertina ma se l’avesse avuta avrebbe trovato la mia dedica come nei migliori romanzi:

Alla tua sedia nel corridoio
che non è più la stessa.